Bugerru & Cala Domestica

Il Comune di Bugerru si trova sulla costa occidentale della Sardegna. La sua nascita, nel 1864, è legata alle vicende minerarie della Sardegna sud-occidentale. Il paese, caratterizzato da casette disposte a ventaglio, si trova sullo scenografico sbocco a mare di un impervia valle, il Canale Malfidano, che ha dato il nome alla più importante miniera della zona. Si è costituito in comune autonomo nel 1960 con la frazione omonima staccata dal comune di Fluminimaggiore.

Le Spiagge

Le spiagge di Buggerru sono immerse in un’atmosfera di altri tempi per la presenza, in tutta l’area, dei resti delle strutture minerarie, che si integrano in modo armonioso con il paesaggio selvaggio. Soprattutto Cala domestica offre uno scenario che e’ stato spesso utilizzato come cornice per pubblicita’, film e video musicali.

La deliziose spiagge di Portixeddu e San Nicolò, delimitate alle estremità da alte ed imponenti scogliere, è un’ampia distesa di sabbia fine e dorata; mai affollate poichè Buggerru è quasi esclusivamente visitato da turisti. Il mare di Buggerru, cristallino alterna colorazioni verde smeraldo e azzurro intenso, mentre il fondale sabbioso è splendido in particolare durante le giornate di mare calmo, quando assume delle colorazioni fantastiche, davvero difficili da descrivere.

Un’altra meta molto interessante da visitare è la bellissima Capo Pecora situata a pochi km dalla spiaggia di San Nicolò verso Nord, . Il suo promontorio granitico spicca in una costa dominata dalla roccia calcarea: il rosato del granito si contrappone al turchese del mare e al verde della macchia mediterranea.

  Scogliere a picco sul mare, battute dal vento, la delimitano e incorniciano spiaggette di ciottoli levigati dall’incessante opera del mare. Nelle calette le rocce hanno assunto sembianze particolari: una di esse è detta ‘spiaggia delle uova di dinosauro’. La spiaggia maggiore di Capo Pecora, circondata da profumati arbusti, è fatta di sabbia dorata a grani grossi. Le acque sono particolarmente limpide e assumono un brillante color zaffiro che ti rapirà lo sguardo.La località è poco frequentata, una silenziosa oasi di privacy. È conosciuta per la sua fauna marina, il fondale brulica di mormore, muggini, orate, polpi, ricciole, saraghi, spigole. Perciò è amata dagli appassionati di snorkeling: non scordare maschera e macchina fotografica per scoprire e immortalare bellezze circostanti e meraviglie dei fondali.

Il vento di Maestrale è molto frequente su queste spiagge, facendole diventare meta ideale per gli appassionati di surf, che non perdono occasione per sfruttare onde di caratura oceanica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: